Medicina preventiva antinvecchiamento e longevità

medicina delle nuove frontiere

La medicina delle nuove frontiere

Le frontiere della medicina sono numerose, ma ce ne sono due di grande attualità: la medicina preventiva dell’antinvecchiamento (invecchiamento o anzianità in salute) e la longevità “Saninforma120”.

Si tratta di frontiere che non si possono risolvere partendo subito dalle proposte ambulatoriali, ma devono prima essere analizzate e diagnosticate per arrivare a un programma curativo serio, almeno durante una settimana intensiva.

 

Gli obiettivi della medicina preventiva antinvecchiamento

Per vivere bene il proprio invecchiamento bisogna realizzare almeno tre obiettivi:

  1. combattere i sintomi della demenza senile se sono già presenti, o ancora meglio studiare uno stile di vita in grado di prevenirli
  2. affrontare i processi degenerativi e sclerotici del sistema cardio-cerebro-vascolare
  3. risolvere i deficit dell’energia vitale, per cui una persona tende spesso alla depressione

Per quanto riguarda la demenza senile, essa si manifesta con un susseguirsi di sintomi: amnesia oggettuale, restrizione cognitiva, confusione mentale, difficoltà di parola, gestualità fuori controllo. Tali affezioni possono cominciare a manifestarsi verso i 50-60 anni, dopo la menopausa e l’andropausa. È chiaro che l’epicentro di questi sintomi è il cervello: per questo il pacchetto di cure trova il cervello come inizio e termine del percorso, perché solo così è possibile fare una cura mirata.

Diverse sono le cure del secondo obiettivo, cioè le manifestazioni arteriosclerotiche del cardio-cerebro-vascolare. Si tratta di un campo d’intervento all’attenzione dello stesso Ministero della Salute, che nel 2017 ha emanato un documento di strategia, intitolato Alleanza italiana per le malattie cardio-cerebrovascolari, cui il Gruppo Monti Salute Più si ispira. Queste condizioni possono diventare la causa di embolie, infarti, ischemie cerebrali… Le cause principali vanno ricercate nella glicemia persistente, nella sindrome metabolica, nell’insulino-resistenza, nel diabete 2 e 3, nello stress e nelle alterazioni ormonali. È chiaro che in questo caso il piano curativo parte dal metabolismo e dal sistema ormonale.

Il terzo obiettivo, infine, è quello di ridare energia al fisico, spesso pervaso da una sfinitezza mortale (pur non accusando alcuna patologia specifica). È allora necessario ricorrere alla stimolazione delle sinapsi neurali, che generano impulsi elettrici di origine chimica, e quindi veri fautori dell’energia. È necessario inoltre mettere in funzione una vera respirazione toraco-addominale unitamente alla stimolazione dei mitocondri, che costituiscono la fornace dell’organismo (come insegna la dieta mitocondriale®).

 

Dall'antinvecchiamento alla longevità

Passare dalla medicina preventiva dell’antinvecchiamento alla longevità Saninforma120 è un percorso chiaro e obbligatorio, perché basato sulle 6 cure rigenerative che sostengono il genoma:

  • circolazione sanguigna
  • tessuto osseo e rivitalizzazione total body
  • respirazione toraco-addominale
  • nutrizione e metabolismo
  • ormoni di regolazione
  • epigenetica positiva

Chi desidera apprendere un vero stile di vita come richiesto da questi obiettivi, difficilmente lo può fare individualmente e/o in sede ambulatoriale; la via maestra è data dalle “settimane residenziali della salute”, perché solo così si può impostare un vero programma a livello diagnostico e terapeutico, da proseguire poi a casa propria con l’appoggio dello staff medico.

 

Medicina residenziale: le settimane della salute

La medicina residenziale viene guidata dall’équipe medica del Prof. Antonio Monti e del direttore sanitario delle Terme dell’Agriturismo Dott. Stefanino Mattu. Il complesso sanitario termale in questione si trova nel Villaggio della Salute Più, che è uno dei più grandi villaggi biologici in Europa, e ne ha riconosciuto il territorio come Sito di Interesse Comunitario per la sua biodiversità.

Il Villaggio rappresenta il luogo ideale per vivere le “settimane della salute”: è infatti in grado di mettere a disposizione piscine termali, fanghi termali, sauna, bagno turco, palestra a corpo libero e con strumentazioni; un albergo diffuso in casolari storici ristrutturati; una ristorazione personalizzata; ecc.

Davvero meravigliosa è la grande “palestra della natura” fra pianori, laghi, boschi e un Acquapark di 530.000 mq con 24 piscine. Bellissimo quindi l’habitat, ma ancora più importanti le cure che vengono applicate lungo la giornata per varie ore, secondo le esigenze del paziente e le metodiche proprie della medicina delle nuove frontiere.

In sintesi, le settimane di cura al Villaggio della Salute Più hanno come grande obiettivo la salute a 360°, applicata all’invecchiamento positivo e longevità, alla cura dell’obesità ribelle, alla riabilitazione osteoarticolare e muscolo-scheletrica, allo stress e tensioni psichiche.

 

Per ogni esigenza di comunicazione, compila e spedisci il seguente modulo.





Newsletter

Ricevi novità, eventi e promozioni

Per cancellarti clicca qui











Privacy Policy      Cookie Policy